Cos’è un materasso morbido? Parliamo generalmente di un materasso che si caratterizza per la sua capacità di cedere sotto il peso del corpo, offrendo una superficie di riposo confortevole e accogliente, con la capacità di adattarsi alla forma del nostro corpo. 

Generalmente raccomandato per persone che preferiscono una sensazione di avvolgimento durante il sonno, può essere particolarmente adatto per chi dorme sul fianco – in quanto esercita una pressione minore su spalle e fianchi – riducendo notevolmente il mal di schiena. Trovare un materasso che si adatti alle proprie esigenze è molto importante per la salute del corpo e della mente, ed ecco perché è necessario fare sempre delle scelte ponderate.

La morbidezza di un materasso si valuta attraverso diversi test – come il test della mano – nel punto vendita dove si ha intenzione di effettuare l’acquisto, in modo da comprendere il livello di sostegno lombare fornito. La scelta di un materasso adatto e morbido deve considerare vari fattori personali, quali il peso corporeo, le condizioni di salute specifiche e le preferenze di sonno.

I materassi morbidi esistono in diverse varianti e possono includere materiali diversi, dagli schiumati a quelli a molle, ciascuno con specifiche proprietà di comfort e sostegno. 

Oggi vedremo tutte le caratteristiche che riguardano i materassi morbidi, in modo da poter acquistarne uno che rispecchi le proprie esigenze e risponda ai propri bisogni.

Cosa significa morbidezza in un materasso?

I materassi sono comunemente classificati secondo scale di durezza, che rappresentano i vari gradi di durezza che un materasso può proporre. Queste scale ordinano i materassi in classi di rigidità, spesso da 1 a 10, dove il numero più basso indica la massima morbidezza e il più alto la massima rigidità. 

Ad esempio, un materasso con un grado di durezza di 2 o 3 sarà molto morbido e cedevole sotto alla pressione, mentre uno con un grado di 8 o 9 sarà notevolmente più rigido, e offrirà maggior sostegno.

cosa significa morbidezza in un materasso

La percezione della morbidezza di un materasso varia in base a fattori personali, come il peso e le abitudini di sonno dell’individuo. 

Ciò che una persona potrebbe percepire come un perfetto equilibrio tra morbidezza e rigidità del materasso, non è detto che venga percepito ugualmente da un’altra, che invece potrebbe considerarlo troppo morbido o troppo rigido. Pertanto, quando si valuta la morbidezza, è fondamentale considerare la propria esperienza soggettiva e le preferenze di comfort.

Tipologie di materassi morbidi

Esistono diverse tipologie di materassi morbidi, i quali si adattano a varie preferenze del riposo e caratteristiche fisiche individuali. Il materasso morbido in memory foam, in lattice e i materassi a molle con topper morbidi rappresentano le principali categorie offerte sul mercato.

Vediamo le loro caratteristiche più nel dettaglio e qual è la differenza di ogni materiale:

  • Materasso in memory foam: si distingue per la sua capacità di modellarsi perfettamente attorno al contorno del corpo, offrendo un supporto distribuito in modo ottimale per alleviare i punti di pressione. Composti totalmente in memory foam, un materiale viscoelastico che reagisce al calore del corpo, garantisce un’esperienza di sonno ottimale. Ottimo alleato per chi soffre di mal di schiena, questi tipi di materassi permettono alla colonna vertebrale di mantenere una posizione salutare, evitando di stressare ulteriormente anche la parte bassa della schiena;
  • Materasso in lattice: il lattice è noto per la sua elasticità e per avere una durata nel tempo ottimale. I materassi di questa tipologia possono essere realizzati con lattice naturale o sintetico, offrendo una superficie di appoggio morbida. Tuttavia, sono anche in grado di sostenere adeguatamente il corpo. Il lattice facilita anche una buona circolazione dell’aria, contribuendo a mantenere una temperatura durante il sonno ideale;
  • Materassi a molle con topper morbidi: i materassi con una base a molle, che fornisce un sostegno resiliente, sono accompagnati da topper soffici che aggiungono un ulteriore strato di comfort. Questi topper possono essere costituiti da materiali come memory foam o lattice, migliorando significativamente la morbidezza superficiale del materasso e la distribuzione del peso corporeo. Scegliere quello giusto è necessario per rendere il proprio materasso migliore al fine di garantire un ciclo di sonno continuo e soddisfacente. 

Cos’è un materasso morbido e i suoi benefici

I materassi morbidi offrono vantaggi significativi per la salute, tra cui il miglioramento del sostegno della colonna vertebrale e la riduzione dei punti di pressione, che possono tradursi in un sonno di qualità superiore e una minor incidenza di mal di schiena.

Adattandosi meglio alla curvatura naturale del corpo durante il riposo, i materassi morbidi risultano particolarmente vantaggiosi per chi dorme sul fianco, perché il materasso tende a cedere di più nelle zone delle spalle e dei fianchi, mantenendo così la colonna vertebrale in una posizione naturale, a differenza di un materasso più solido.

cose un materasso morbido e i suoi benefici

I materassi morbidi sono in grado di distribuire il peso corporeo più equamente, riducendo i punti di pressione. Questi punti, spesso situati sulle spalle, nei fianchi e nelle ginocchia, quando sottoposti a eccessiva pressione durante la notte possono causare disagio o dolore, portando a risvegli frequenti e un sonno frammentato.

Un materasso adeguato può aiutare a diminuire questo problema consentendo un riposo più confortevole e profondo.

Fattori personali nella scelta della morbidezza

Nella selezione del giusto grado di morbidezza di un materasso, alcuni fattori individuali risultano essere decisivi per la scelta del giusto materasso

Peso corporeo e contorni fisiologici sono elementi fondamentali che influenzano l’adeguatezza del supporto fornito dal materasso per un riposo ottimale, per non parlare delle posizioni ideali che possano favorire un riposo continuo e soddisfacente. 

Peso corporeo e corporatura

Il peso corporeo e le proporzioni individuali della corporatura svolgono un ruolo primario nella scelta della morbidezza di un materasso. Di norma:

  • Persone con una corporatura minuta tendono a beneficiare di materassi più morbidi, che si adattano meglio alle curve naturali del corpo senza causare punti di pressione;
  • Persone con una corporatura robusta potrebbero trovare maggior beneficio in materassi più rigidi, che offrono un adeguato sostegno senza consentire un affondamento eccessivo, essenziale per mantenere l’allineamento corretto delle vertebre.

Posizioni del sonno preferite

Le posizioni del sonno adottate influiscono altresì sulla percezione di comfort del materasso:

  • Dormire su un fianco: un materasso con un certo grado di morbidezza elevato può alleviare la pressione sulle spalle e sui fianchi;
  • Dormire a pancia in su: richiede un supporto bilanciato per evitare la curvatura eccessiva della colonna vertebrale. Spesso, ciò si traduce in un materasso con un grado di rigidità intermedio;
  • Dormire a pancia in giù: questa posizione richiede un materasso che impedisca l’iperestensione della colonna vertebrale. Pertanto, una superficie troppo morbida può risultare controproducente, e sarebbe meglio optare per una rigidità medio-rigida.

Il corretto equilibrio tra supporto e comfort è pertanto essenziale per dormire bene e svegliarsi riposati, senza dolore o fastidio.

Cos’è un materasso morbido e le considerazioni pratiche

Nella scelta di un materasso, rigido o morbido che sia, è essenziale considerare il supporto e il comfort che offre, oltre alla sua durata nel tempo. Elementi chiave come la manutenzione e il giusto equilibrio tra morbidezza e sostenimento sono decisivi per garantire un riposo ottimale.

La durata e la manutenzione di un materasso morbido possono differire sostanzialmente rispetto a un materasso duro. La durata di un materasso morbido può essere influenzata dalla qualità dei materiali e dallo stile di vita dell’utilizzatore. 

cose un materasso morbido e le considerazioni pratiche

Il grado di rigidità morbida richiede una rotazione periodica per assicurare una distribuzione uniforme dell’usura e preservare la sensazione di comfort nel tempo. È altresì importante considerare le indicazioni del produttore per quanto riguarda la pulizia e la protezione del materasso da agenti esterni, in modo da prolungare la vita utile.

La scelta di un materasso morbido deve rispecchiare un bilanciamento tra comfort e supporto. Un materasso morbido può offrire un accogliente senso di rilassamento, particolarmente apprezzato da chi dorme sulla parte laterale, in quanto consente al materasso di adattarsi alle curve del corpo. 

Tuttavia, è cruciale che esso fornisca anche il dovuto sostegno alla colonna vertebrale

Troppo comfort, senza adeguato supporto, può portare a mal di schiena e alterazioni posturali; perciò un materasso vecchio che ha perso la sua capacità di sostenere adeguatamente il corpo dovrebbe essere sostituito entro i 10 anni

Al contempo, una rigidità eccessiva può provocare pressione sui punti di contatto, disturbando il sonno e il benessere generale.

Il ruolo degli accessori

Gli accessori per il letto – come i topper per materasso e i cuscini morbidi – giocano un ruolo fondamentale nell’incrementare il comfort del sonno. 

Essi possono trasformare la rigidità di un materasso, apportando una sensazione di morbidezza e migliorando l’esperienza di riposo. Perché al giorno d’oggi sono degli elementi essenziali? Scopriamolo insieme.

Topper per materasso

Il topper per materasso è un accessorio aggiuntivo che si posiziona sopra il materasso per fornire un comfort extra

È particolarmente utile per chi desidera aggiungere un livello di sofficità in più, sfruttando la realizzazione con diversi materiali, come la schiuma in memory foam o il lattice. Il topper può agire come un soffice materassino che si adatta alla forma del corpo, offrendo un sostegno personalizzato e migliorando la qualità del sonno.

Cuscini morbidi

I cuscini morbidi sono un altro accessorio cruciale per una buona notte di riposo. Essi sostengono la testa e il collo durante il sonno e, se scelti correttamente, contribuiscono al mantenimento di una corretta allineamento della spina dorsale.

I materiali possono variare, andando dal classico poliestere al memory foam, e la scelta dipende dalle preferenze individuali di comfort e supporto.

Consigli per l’acquisto

Quando si considera l’acquisto di un nuovo elemento per la casa, è fondamentale ponderare i pro e i contro (soprattutto se si tratta di un nuovo materasso). 

Ciò che bisogna fare è capire come testare correttamente un materasso e il suo grado di rigidità, per fare una scelta informata che soddisfi le esigenze dell’individuo.

consigli per lacquisto di un materasso

Cos’è un materasso morbido? i pro e contro

I materassi morbidi sono spesso la scelta preferita da coloro che cercano comfort e un abbraccio gentile durante il riposo. Offrono un notevole sollievo sulla pressione e possono essere ideali per chi dorme su un fianco, in quanto seguono meglio le curve del corpo. 

Tuttavia, un materasso troppo morbido potrebbe non offrire il supporto adeguato, soprattutto ai consumatori con un peso corporeo più elevato, potendo così portare a dolori e disagi, per cui sarebbe meglio optare per un materasso duro. 

Bisogna ovviamente anche considerare attentamente il rapporto qualità-prezzo, in quanto un costo elevato non sempre corrisponde a un beneficio proporzionalmente maggiore.

Come testare un materasso in negozio

Per testare un materasso, in fase di pre-selezione in negozio, è fondamentale eseguire un test della mano, come utile punto di partenza. Si applica una leggera pressione sul materasso con la mano e si osserva quanto facilmente essa affonda. 

Questo dà un’indicazione iniziale della morbidezza del materasso

Il test decisivo comporta il distendersi sul materasso per diversi minuti, in varie posizioni, specialmente in quella in cui si tende a dormire più comunemente. I negozi di materassi solitamente permettono ai consumatori di fare una prova pratica prima dell’acquisto, per assicurarsi che la scelta del materasso si adatti alle proprie esigenze di comfort e supporto.

Considerazioni finali

Il materasso singolo morbido può essere perciò una scelta ideale per coloro che preferiscono una sensazione avvolgente e che non necessitano di un alto livello di sostegno ortopedico. Per chi cerca un materasso a molle, la morbidezza potrebbe non essere equivalente a una mancanza di sostegno; infatti, alcune strutture con molle insacchettate si adattano al corpo, offrendo un supporto personalizzato di tutto rispetto.

Un sonno di qualità è influenzato inoltre dalla capacità del materasso di mantenere l’allineamento naturale della colonna vertebrale. Se il materasso è troppo morbido, questo allineamento potrebbe essere compromesso, portando potenzialmente a tensioni muscolari e fastidi di vario genere. 

cose un materasso morbido considerazioni finali

Le preferenze personali giocano un ruolo chiave. Alcuni trovano un notevole miglioramento nel proprio riposo con un materasso più accogliente, mentre altri possono percepire una mancanza di supporto, decidendo di acquistare quindi un materasso più solido.

Scegliere il materasso giusto è importante per avere un sonno ristoratore, per corpo e mente.

0 Shares:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like