La schiuma memory – o memory foam – è un materiale innovativo di alta qualità che ha rivoluzionato il mondo del riposo e del comfort generale.

I materassi in memory foam sono tra i migliori in commercio. Ovvio che non sono gli unici di qualità, ma sono molto apprezzati veramente da tutti. Sarà che le centinaia e centinaia di pubblicità che bombardano gli utenti ogni giorno finiscono per incuriosire e in una qualche misura convincere che qualcosa sia veramente la migliore sul mercato. Fatto sta che tutti si chiedono se il memory foam sia la scelta migliore.

Cosa significa memory foam

Originariamente sviluppato dalla NASA negli anni ’60 per migliorare la sicurezza dei cuscini nei sedili delle navicelle spaziali – ma anche degli astronauti durante la fase di decollo – questo materiale si caratterizza per la sua capacità di adattarsi perfettamente alla forma del corpo, distribuendo in modo equo il peso e riducendo i punti di pressione. 

Uno dei principali componenti del memory foam è la schiuma poliuretanica modificata con additivi che ne alterano le proprietà.

Questo materiale reagisce al calore del corpo umano e gradualmente si adatta al suo profilo, fornendo un supporto personalizzato. Al raffreddarsi, il memory foam torna lentamente alla sua forma originale, da qui il termine “effetto memoria”. 

In questo articolo, vedremo insieme perché questo materiale è così utilizzato nell’ambito del riposo e di come faccia a regalare un benessere generale, adatto ad ogni soggetto o età. Inoltre, scopriremo che tecnologia è stata applicata a questo materiale e come, nel corso del tempo, ha cambiato il modo di dormire delle persone. 

Cosa significa memory foam

Con memory foam o schiuma memory si intendono schiume a base di poliuretano a cui vengono aggiunte delle sostanze per andare ad alterarne la densità.

Nulla di complesso in effetti, ma un’invenzione nata dall’innovazione, che ha realmente cambiato il modo di dormire di tante persone. Nel corso degli anni, in effetti, le opinioni sul memory foam che si sono susseguite si sono modificate con il tempo. Alcuni lo apprezzano, altri invece preferiscono altri virare per la scelta su materiali differenti.

Il nome memory foam viene dato perchè si tratta di un materiale che ha memoria. Cosa vuol dire? Che riesca a ricordare le deformazioni che subisce quando il corpo vi si riposa sopra. Una memoria attiva per solo qualche secondo 

Lentamente poi il materasso tornerà nella sua posizione iniziale senza alcuna difficoltà.

La natura della schiuma memory

Il poliuretano costituisce la base del memory foam, che a sua volta viene creato dalla reazione chimica tra due componenti principali: isocianato e poliolo, cui si aggiungono tensioattivi per formare la schiuma. 

Quest’ultima si caratterizza per una struttura cellulare aperta che permette al materiale di adattarsi al calore e al peso del corpo, tornando poi alla sua forma originale quando la pressione viene rimossa.

la natura della schiuma memory

La natura del memory foam può includere l’aggiunta di altri materiali o additivi, come gel o materiali rinfrescanti, per migliorarne le caratteristiche come la traspirabilità o la capacità di dissipazione del calore. 

L’assenza di materiali tossici lo rende attraente per molti individui, soprattutto per quelli particolarmente attenti alla salute.

Rispetto ad altri materiali usati in prodotti per il riposo, come il lattice o le classiche schiume poliuretaniche, la schiuma memory si distingue per la sua viscoelasticità

Contrariamente al lattice, che può derivare da materie prime naturali, il memory foam è un prodotto completamente sintetico che offre una risposta lenta alla pressione, caratterizzata da una bassa resilienza e una termosensibilità che contribuiscono al suo supporto unico e personalizzato.

Origine dei materassi in memory foam

L’origine di questo materiale – ad oggi così comune – ha radici che si fondano già dal XX secolo, in particolare grazie al lavoro condotto nei laboratori Ames Research Center della NASA tra il 1966 e il 1991.

In origine la schiuma memory aveva lo scopo di migliorare la sicurezza degli astronauti. Proprio per questo, un gruppo di scienziati ha gestito al meglio il processo di miglioramento della sicurezza nei seggiolini dei veicoli spaziali, sviluppando tale tecnologia.

Più avanti nella storia il memory foam divenne un must per la produzione di materassi comodi, dando inizio all’ampio utilizzo di schiume tecniche nella fabbricazione di letti molto più confortevoli.

Il processo di fabbricazione del memory foam

La creazione dei materassi a base di schiuma memory comporta metodi di ingegneria specializzati, infatti ogni passaggio dell’iter produttivo è pensato per conferire alla schiuma le sue note proprietà di comfort e supporto.

Vediamo insieme cos’è la schiuma memory, materiale essenziale per donare relax ad ogni parte del corpo, permettendo un ciclo di sonno continuo e favorendo la circolazione sanguigna.

cose la schiuma memory e il suo processo di fabbricazione

Produzione

La produzione del memory foam si avvia mescolando i componenti principali con altri additivi che possono influenzare la densità e la viscosità della schiuma. 

Durante l’espansione, vengono introdotti dei gas che permettono alla schiuma di espandersi e assumere la struttura a celle aperte. Questo metodico processo permette alla schiuma di modellarsi in risposta alla pressione ed al calore del corpo, ecco perché questo materiale viene detto “viscoelastico”.

Questo materiale consentirà la creazione di materassi che permetteranno di mantenere la normale curvatura della colonna vertebrale, su tutta la superficie, riducendo il mal di schiena o il dolore lombare (a differenza di qualsiasi altro prodotto).

Certificazioni e Standard di Qualità

Per assicurare sicurezza e sostenibilità ambientale, la produzione di memory foam deve seguire standard di qualità rigorosi, come i certificati OEKO-TEX, che indicano l’assenza di sostanze nocive nel materiale.

L’industria del memory foam si impegna a mantenere elevati gli standard quali la resistenza al fuoco e la riduzione di composti organici volatili, per garantire un prodotto finale che sia sicuro sia per l’ambiente che per l’utilizzatore

Possiamo dunque affermare che il memory foam sia una schiuma poliuretanica altamente tecnologica che minimizza i danni nell’ambiente naturale. 

Caratteristiche e proprietà della schiuma memory

Il Memory Foam è conosciuto per le sue proprietà uniche di adattabilità e comfort. Questi aspetti derivano dalla sua struttura molecolare attentamente ingegnerizzata, creando un materiale che risponde in modo dinamico a pressione e calore.

Osserviamo in modo più dettagliato le caratteristiche di questo materiale così rivoluzionario e diffuso nel mondo dei materassi:

  • Densità e portanza: una densità elevata indica un maggior numero di cellule chiuse nella composizione del materiale, offrendo così una maggiore supporto, ovvero una migliore distribuzione del peso corporeo e minore pressione in specifiche aree del corpo, caratteristica particolarmente apprezzata per il supporto ortopedico. Un materasso con schiuma in memory ad alta densità assicura una maggiore portanza, permettendo al materiale di ritornare lentamente alla sua forma originale dopo essere stato compresso;
  • Termosensibilità: il memory foam è un materiale termosensibile, con l’aumentare del calore corporeo il materiale diventa più morbido e malleabile, permettendo così un maggiore adattamento alle forme del corpo. Questa elasticità accresce il comfort durante il sonno, anche se tuttavia può comportare una minor traspirazione in condizioni di caldo ambientale, sebbene siano stati fatti progressi significativi nella tecnologia di Memory Foam per migliorare la circolazione dell’aria e l’isolamento termico.

Pro e contro dei materassi in memory foam

I materassi in memory foam offrono benefici distintivi, migliorando il comfort durante il sonno e fornendo sostegno alla colonna vertebrale. Essi si adattano alla forma del corpo, distribuendo in modo ottimale il peso e hanno la capacità di trattenere il calore nelle stagioni più fredde.

Ci è dunque possibile stilare una lista definitiva dei pro e dei contro dei materassi in memory foam.

Vediamo dunque quali sono i vantaggi della tecnologia che è stata applicata al memory e come ha cambiato il modo di dormire di tantissime persone:

Pro

  1. Supporto ergonomico: i materassi in memory foam sono progettati per fornire un supporto ergonomico, adattandosi perfettamente alla forma del corpo. Questo significa che durante il sonno, il materasso modifica la propria forma per accogliere le curve naturali della spina dorsale. La capacità di modellarsi riduce i punti di pressione, offrendo un sostegno differente in base alla posizione di riposo e ai movimenti durante la notte;
    
  2. Favorisce la salute della colonna vertebrale: dormire su un materasso memory favorisce la salute della colonna vertebrale. La riduzione della pressione sui diversi punti del corpo può aiutare a diminuire disturbi come il mal di schiena e la lombalgia. Inoltre, sarà possibile vedere come il materasso tornerà lentamente allo stato iniziale alla sua forma originale – conseguenza del mancato contatto con il corpo – grazie alla sua capacità di reagire ai pesi in maniera intelligente;
    
  3. Miglioramento della qualità del sonno: tutto si traduce in un miglioramento della qualità del sonno, che è direttamente correlata al benessere generale. Inoltre, la schiuma viscoelastica può essere particolarmente utile per chi soffre di dolori cronici, poiché la sua capacità di adattamento contribuisce a una minor tensione muscolare durante il sonno.
pro e contro dei materassi in memory foam

Contro

  1. Il materasso può presentare delle deformazioni: il memory foam, per la sua struttura viscoelastica, può manifestare alcune deformazioni nel tempo, soprattutto se confrontato con materiali più resilienti e indeformabili. Questa minore resilienza potrebbe non essere ideale per chi cerca un supporto più stabile e duraturo nel tempo;
  2. Reazioni a caldo e umido: le prestazioni del memory foam possono variare significativamente con l’aumento di calore e umidità. Il materiale tende a diventare più morbido e accogliente in risposta al calore corporeo, risultando eccessivamente soffice e caloroso soprattutto nel periodo estivo. L’umidità intrappolata nel materasso potrebbe contribuire alla proliferazione di acari o funghi.

Aspetti da considerare prima dell’acquisto

Prima di procedere con l’acquisto di un materasso in memory foam, o in generale acquistare dei prodotti di alta qualità in schiuma memory, è essenziale prendere in considerazione alcuni fattori chiave per assicurare una scelta informata che soddisfi le proprie necessità, con l’adattabilità alle condizioni climatiche ma anche tener conto del rapporto qualità-prezzo. 

Adattabilità alle condizioni climatiche

Il memory foam è conosciuto per essere un materiale che ha ottime proprietà di adattabilità alle condizioni climatiche. Tuttavia, la sua reattività alla temperatura può essere un’arma a doppio taglio.

Come abbiamo già potuto vedere, in ambienti caldi, alcune persone potrebbero soffrire a causa della tendenza di questo materiale a trattenere il calore corporeo.

È quindi consigliabile cercare materassi in memory foam che incorporino tecnologie come il waterfoam, una schiuma più traspirante, o l’aggiunta di sostanze anallergiche e particelle di gel che aiutano a dissipare il calore.

Rapporto qualità-prezzo

Il prezzo di un materasso in memory foam può variare considerevolmente in base alla qualità, alla marca e alle tecnologie impiegate. Non sempre un prezzo elevato è sinonimo di maggior comfort o resistenza nel tempo.

Dunque, è importante valutare il rapporto qualità-prezzo, prendendo in considerazione la densità della schiuma, che può influire sulla durabilità e sul supporto fornito. 

Si raccomanda di optare per memory foam con una densità che garantisca un buon compromesso tra comfort e sostegno, senza trascurare la presenza di materiali ipoallergenici che contribuiscono a un riposo salubre e sicuro.

Cos’è la schiuma memory e la sua manutenzione

La corretta manutenzione dei materassi in schiuma memory è cruciale per garantire la loro lunga durata e mantenere uno stato di pulizia ed igiene impeccabile, sia per il materasso che per la persona. 

È importante seguire le indicazioni del produttore per la pulizia e comprendere i termini della garanzia per salvaguardare la propria salute e l’investimento effettuato.

manutenzione dei materassi in memory

Pulizia e durata di un materasso in schiuma memory

Sapere cos’è la schiuma memory è importante per mantenere il materasso sempre pulito e garantire sempre un’igiene personale, dunque, si consiglia di utilizzare protezioni traspiranti e lavabili. Queste protezioni aiutano a impedire l’accumulo di batteri e acari della polvere. 

È consigliabile areare regolarmente il materasso e, in caso di macchie, utilizzare detergenti delicati senza saturare la schiuma. Ricordarsi sempre di seguire le istruzioni specifiche fornite dal produttore per non danneggiare le imbottiture e preservare le proprietà della schiuma.

La durata dei materassi in schiuma memory può variare, con molti prodotti che offrono prestazioni ottimali fino a 10 anni o più. Un materasso in schiuma memory è progettato per resistere al normale affossamento e deformazione nel tempo.

0 Shares:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like